SLIME FAI DA TE: LA RICETTA ATOSSICA

English version

Ciao a tutte care mamme, l’argomento di oggi è lo SLIME FAI DA TE: la ricetta atossica! Come sarebbe? Lo slime è tossico? Dipende. Infatti, non tutte le ricette che trovate sul web sono indicate per la manipolazione da parte dei bambini, perché contengono ingredienti nocivi e fortemente allergizzanti.

Sapete tutte che cos’è lo slime, vero? È quella melma gelatinosa con cui adorano giocare i nostri pargoletti e che a noi adulti fa tendenzialmente un po’ schifo. Prima di dare il via alla scoperta dello slime fai da te atossico mi lascio andare ad un ricordo della mia infanzia.

A proposito del fatto che a noi adulti fa senso lo slime. Questo fatto è strano, perché ricordo che quando ero piccola amavo lo slime, allora chiamato skifiltor, e mi piaceva giocare con tutte le cose più appiccicose in commercio. Tipo quei gadget gommosi che si trovavano dentro le confezioni di patatine, ricordate? Quanti ne hanno dovuti scrostare dal soffitto i miei genitori, poveri loro! È capitato anche a voi? Scommetto di si ^-^! Tuttavia, da adulti lo slime ha un altro effetto su di noi! 😀

Bè, a quanto pare, la pazza moda tanto in voga quando eravamo bambine è tornata in auge! Corsi e ricorsi storici, LOL. Ovviamente Leonardo, il mio cucciolo, fa parte della schiera di estimatori dello slime. Figurarsi… Più schifo fa, più fa per lui! Sarà che la consistenza di questa pasta è melmosa, viscida, gelatinosa e sembra proprio bava, ma non si appiccica… Fatto sta che è irresistibile per i nostri cuccioli!

Già che siamo in tema vi racconto questa. C’è una catena di gelaterie qui negli Stati Uniti, che si chiama “Tutti Frutti”, dove puoi guarnire la coppa di gelato con caramelle, dolcetti, sciroppi, frutta e chi più ne ha più ne metta! Indovinate un po’ quale delizia sceglie sempre Leo? I vermi gommosi, Oh-Mio-Dio! Soltanto a pronunciarne il nome mi vengono i brividi, figuriamoci a pensare di metterli in bocca e masticarli, BLEAH!

Slime fai da te

PERCHÉ NON TUTTE LE RICETTE DELLO SLIME FAI DA TE SONO SICURE?

LA RICERCA DELL’ANSES

Comunque, torniamo a noi e allo slime fai da te. In rete ho trovato tante ricette per ricreare lo slime a casa. Ce ne sono di tutti i tipi e di tutte le fogge e con tanti ingredienti diversi. Purtroppo, però, le ricette dello slime fai da te più popolari contengono sostanze chimiche non adatte ai bambini, come la colla, il borace (una polvere contenuta nei detersivi), la schiuma da barba ed il liquido per le lenti a contatto.

Stiamo parlando di elementi tossici e addirittura cancerogeni che non vanno assolutamente manipolati dai più piccoli. I danni che possono provocare contemplano allergie, problemi alle vie respiratorie e al sistema nervoso e dermatiti da contatto. Questo non lo dico io, naturalmente. A lanciare l’allarme è stata l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza dei Servizi Sanitaria della Francia, ANSES, tramite il quotidiano Le Figaro.

Prestate attenzione anche agli slime che trovate in commercio, perché spesso contengono elementi pericolosi. Come mamme vogliamo la sicurezza prima di tutto per i nostri figli, perché il nostro compito, tra gli altri, è quello di proteggerli e tenerli al sicuro, soprattutto da sostanze nocive.

GIOCARE SENZA RISCHI

Allo stesso tempo vogliamo che i piccoli si divertano e che abbiano la possibilità di giocare con l’oggetto più richiesto del momento, come i loro amichetti, giusto? La soluzione c’è ed ha un duplice beneficio: una ricetta atossica ed economica, addirittura edibile (ovvero commestibile) che ci trasformerà nelle mamme più strepitose di tutte! Tadà ^-^

E poi, diciamolo, volete mettere la soddisfazione di assistere alla creazione del mitico slime? Agli occhi dei nostri bimbi sarà una magia. Or dunque mamme-maghe, siete pronte ad esercitare i vostri poteri magici? Indossiamo il grembiule e andiamo nel nostro laboratorio: la cucina.

Lo slime fai da te prevede la cottura ai fornelli, quindi, care mamme, questo è compito nostro. I bambini in questa fase sono solo spettatori che assistono alla sua preparazione. Pronte? Allora via, cominciamo.

Ingredienti:

  • 30 gr di fecola di patate

  • 220 ml di acqua

  • 5 gr di olio di semi (che equivalgono ad 1 cucchiaino)

  • colorante alimentare

Se il vostro intento è quello di riprodurre proprio lo slime autentico vi suggerisco questo colorante verde lime, senza glutine, oppure se avete bisogno di più colori da usare anche per preparazioni di dolci provate il set di 6 colori arcobaleno (rosso, arancio, giallo, verde, blu e viola).

Procedimento:

Versate l’acqua e la fecola di patate in un pentolino, portatelo sul fornello e mescolate con una frusta piatta a fiamma bassa. Continuate a rimestare per qualche minuto finché il composto inizierà a solidificarsi. Fate asciugare tutta l’acqua e lasciatelo raffreddare un pochino. Dopodiché aggiungete l’olio e qualche goccia di colorante alimentare e mescolate ancora. Magia: il vostro slime è pronto. Aspettate che si raffreddi prima di farci giocare i vostri bambini!

Ed ecco il divertentissimo video-tutorial di Ombretta di “Arte per te”, che ha preparato uno slime fai da te a prova di bimbo con questa ricetta. Vedrete che il risultato sarà simile allo skifiltor con cui giocavamo noi negli anni ’80, ovvero schifoso proprio come il rumore che fa ^-^!

Attenzione: se i bimbi ci giocano a lungo fate loro ungere le mani con un po’ di olio ogni tanto, perché modellando lo slime fai da te vanno a togliere l’olio messo durante la preparazione. Infatti, è proprio l’olio che fa si che lo slime non si appiccichi. Ovviamente, fateli giocare su un piano che si può facilmente pulire. Meglio avere un po’ di olio sulle mani, che è anche un trattamento di bellezza, piuttosto che sostanze chimiche dannose. Non credete?

Conservazione: una volta che i vostri bimbi avranno terminato di giocare con lo slime, lo potete conservare in un contenitore ermetico.

Guardate che fantastici contenitori per slime ho trovato per voi… Quelli a cuore sono davvero deliziosi! Potreste dipingerci sopra delle faccine ^-^!

Date il via al divertimento e fatemi sapere come è andata con questa ricetta. Se volete un’altra ricetta per una pasta modellabile, anche essa edibile leggete il post sulla pasta ai marshmellow!

A presto,

Arianna

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.