PASTE MODELLABILI FAI DA TE

English version

PERCHÉ I BAMBINI SONO ATTRATTI DALLE PASTE MODELLABILI?

Care mamme, sicuramente vi sarete accorte che la manipolazione di paste modellabili come plastilina, didò, pasta di sale etc, é un gioco creativo che i nostri bimbi amano da impazzire, fin da piccoli.

Attraverso la manipolazione, infatti, il bambino esplora, sperimenta e scopre le caratteristiche dei materiali con le sue mani.

Questa attività sviluppa la sua creatività e manualità. Favorisce, inoltre, la coordinazione oculo-manuale stimolandone le capacità cognitive.

Le mani si muovono e plasmano la materia… trasformandola.

Che meraviglia e che piacevole sensazione!

Paste modellabili fai da te

Il bambino scopre di poter modellare la realtà e lasciare un’impronta: l’espressione di sé.

La manipolazione offre ai nostri bambini la possibilità di conoscere l’ambiente in cui si muovono e di osservarne i mutamenti.

“Il lavoro manuale con un fine pratico aiuta ad acquisire una disciplina interiore.”

Maria Montessori

Grazie a questa attività imparano a conoscere le proprietà delle cose, facendone esperienza diretta.

Peso, consistenza, volume, odore, colore, sapore, rumore, resistenza, malleabilità di un oggetto vengono percepiti non solo attraverso le mani (tatto), ma con tutti gli altri sensi.

IDEA PER UN POMERIGGIO CON GLI AMICHETTI

Quante volte i vostri figli vi chiedono di andare a casa di un amichetto o di invitarlo a casa? Leonardo me lo chiede praticamente ogni giorno :D! Se avete un solo bimbo, come me, è bene ogni tanto fargli trascorrere un pomeriggio con l’amico del cuore o più di uno magari.

Perché non proporre loro un pomeriggio all’insegna di attività con le paste modellabili? Un gruppo ideale è costituito da 5/6 bambini. Potreste preparare più di un tipo di pasta modellabile. Sarà divertente osservarli mentre interagiscono e creano. Attenzione care mamme, ho usato il termine “osservare” con uno scopo ben preciso.

Infatti, il compito di noi adulti è quello di lasciare liberi i nostri figli di giocare spontaneamente. Capisco benissimo che la tentazione di suggerire loro cosa modellare o come farlo sia molto forte, ma mordetevi le labbra e fatevi da parte. Lasciateli sperimentare da soli, perché è così che impareranno.

Paste modellabili fai da te

Quindi, cercate di non interferire e di non intervenire a meno che non stiano facendo qualcosa di pericoloso o quando il caos sta per prendere il sopravvento ^-^! Non siate l’ostacolo tra lui e la sua esperienza… è il dono più grande che possiate fargli.

Suggerimento: La manipolazione di paste morbide rilassa e concentra i nostri piccoli, quindi potete proporre questa attività dopo un gioco movimentato oppure in seguito ad un momento di frustrazione o rabbia.
Infatti, consente di riconquistare la serenità dopo un momento di agitazione o un capriccio.

7 RICETTE PER PASTE MODELLABILI FAI DA TE

Paste modellabili fai da te: ingredientiVeniamo a noi e alle nostre ricette per paste modellabili. Oggi ve ne presento 7. Ognuna ha ingredienti diversi e sono adatte a varie età del bambino. Scegliete pure quella che preferite per creare e sperimentare con il vostro piccolo e trascorrere, così, un delizioso pomeriggio all’insegna del divertimento e della manualità ^-^

LEGGERE ATTENTAMENTE:
Prima di cominciare con le nostre ricette vorrei ricordarvi di prestare attenzione durante la preparazione delle paste modellabili e accertarvi che possano essere effettivamente utilizzate dai vostri bambini in base alla loro età.
Ricordate, inoltre, di supervisionare sempre i vostri piccoli durante lo svolgimento delle attività proposte.

Ed ora diamo inizio a questo viaggio attraverso la scoperta delle diverse paste modellabili fai da te (DIY – Do It Yourself) da proporre ai nostri figli come gioco divertente e al tempo stesso educativo. I bambini si tufferanno senza esitazione alcuna in questa meravigliosa scoperta e sperimentazione di un materiale che scatenerà le ali della loro fantasia.

  1. PASTA DI SALE
  2. DIDÒ
  3. PASTA AI MARSHMALLOW
  4. PASTA ALLA NUTELLA (coming soon)
  5. SLIME
  6. PASTA AL DENTIFRICIO (coming soon)
  7. PASTA AL BALSAMO (coming soon)

Un abbraccio a tutte voi e alla prossima,

Arianna

HOMEMADE PLAY DOUGH RECIPE: NATURAL, EASY, FUN!

Italian version

Homemade play doughHow much do our munchkins love play dough? They’re just so into it! They use plenty of it. What if I told you that you can make homemade play dough in your kitchen with natural and non-toxic ingredients… Would you try the recipe?

That’s what I’m here for dearest moms. Today I wanna offer you the recipe of this homemade play dough. It’s natural, economic and it lasts even to a month. Here you will find other recipes of DIY modeling pastes that I collected for you, and an in-depth analysis on the importance of molding for our children.

Moreover, you’ll notice that this dough in particular has a wonderful consistency: soft to the touch and very moldable. Not to mention the fact that this homemade play dough is non-toxic, non-sticky and not dirty.

homemade play doughhomemade play dough

Moreover, since the ingredients are all natural, there is no danger if your little ones prepare a pizza and, driven by curiosity, taste a piece of it. In fact, this homemade play dough is completely edible, but certainly not to eat because of the great amount of salt.

In all cases, it is better to take a bite of this homemade play dough than to eat a shovel full of sand like my Leonardo did when he was one and a half year old on the beach! ^ – ^ Did your children eat sand in industrial quantities when they were little?

homemade play dough

Anyway, if you are ready grab these ingredients and fasten your apron!

Ingredients:

  • 1 glass of flour

  • 1/2 glass of salt up

  • 1 teaspoon of cream of tartar

  • a teaspoon of seed oil

  • 1 glass of warm water

  • food coloring

You can also add a few drops of essential oil or natural flavors (such as vanillas) to perfume your dough.

As an alternative to cream of tartar you can use baking powder, baking soda, potato starch or 1 teaspoon and a half of lemon juice.

If you want you can also double the doses and prepare your homemade play dough. Then, add to each stick the color you want and your homemade play dough set is ready for your children to play with!

Instructions:

Pour all the ingredients in a bowl and mix until all is amalgamated. As soon as the mixture is compact and detached from the walls, work it with your hands to remove all the lumps. Et voila, the homemade play dough is ready for the little ones!

Warning: pay attention to the amount of water you pour, if you put too much the homemade play dough could be sticky.

Storage: once used you can store the homemade play dough in an airtight container and you will not even need to put it in the refrigerator, because it will be preserved very well.

Here you can find all the tools with whom the children can work the homemade play dough as molds, extruders, rolling pins and much more!

homemade playdough
Dough capital letters cutters
Homemade play dough
Clay dough tools kit

I’ll leave you to this short video that explains step by step how to make the homemade play dough.

If you had fun preparing this homemade play dough I strongly recommend you to take a look at the posts on how to make the marshmallow modeling dough, also useful for cakes decoration, and the non-toxic and natural slime ^ – ^!

See you next time,

Arianna

MARSHMALLOW MODELING PLAY DOUGH RECIPE

Italian version

What goodness, only naming it makes my mouth happy, don’t you? ^ – ^ This marshmallow modeling play dough is very similar to sugar paste as a consistency. It is simple to make and is ready in just a few minutes.

marshmallow modeling play dough
Marshmallow mania

ADVANTAGES OF MARSHMALLOW MODELING PLAY DOUGH

There’s something else! Among the other advantages this marshmallow modeling play dough is edible, so the children of all ages can play with it.

If by chance, driven by curiosity, they decided to taste it they would not run any risk. Well, maybe you would, moms… you know that too much sugar excites our little ones, right? Which is why just use moderation… allow only a few bites ^ – ^

Also, if they’re dying to eat their delicious marshmallow modeling play dough, they can always use it to decorate a cake. Isn’t this a good idea? Preparing a cake with mom is always a pleasant activity, almost as much as tasting it in the good company of the whole family!

Why don’t you let them decorate the cake for their birthday? Think about when your munchkins, before blowing out the candles, will exclaim with pride in front of all their friends: “I did it!“.

I have collected for you some pictures of decorated cakes to inspire you. That of penguins is suitable for Leo who celebrates his birthday right on Christmas Eve ^ – ^! As you can see, the shapes are really simple to make for children:

marshmallow modeling play dough
Angry birds cake
marshmallow modeling play dough
Christmas cake

LET’S PREPARE THE MARSHMALLOW MODELING PLAY DOUGH

At this point fasten your apron and go to your workshop: the kitchen! You will need only a few ingredients and a little water to make this modeling marshmallow dough.

Ingredients:

  • 5 oz. of marshmallow

  • 11,5 oz. of icing sugar

  • 2 tbsp of water

If you want your marshmallow modeling play dough to show off a bright color, add some food coloring or, for a softer color, pastel, use already colored marshmallows.

Instructions:

Pour the marshmallows into a glass bowl and place them in the microwave oven at high temperature for about a minute until they have melted. I recommend being careful not to cook them! Then, add the icing sugar and start mixing with an oily spoon of butter until you get your delicious marshmallow modeling play dough.

When you start working the marshmallow modeling play dough with your hands, grease them with a little butter… Hot sugar is very sticky ;)! The dough will be ready when it will no longer be stringy and will have the consistency of a dough. At that point add the food coloring and knead again until the mixture is homogeneous.

Warning: the marshmallows just come out of the microwave are nice warm, if there is a greedy desire to taste them do not put your finger inside, use a teaspoon and blow them over before savoring them! Bon appetite ^ – ^.

Preservation: you can keep the marshmallow modeling play dough wrapped in transparent film and store it in a cool and dry place for about a month… If you can not eat it all before ^ – ^!

Whatever will be the object created by your children you can dry it in the air, this way it will last for months. Here’s another very nice idea: the children can make placeholders or decorations for the Christmas tree or for Easter. They can give them to grandparents, uncles and little cousins as a present!

FREE WAY TO CREATIVITY

If you are very creative moms and love cake design, I recommend you this kit of tools to decorate your delights together with your kids.

Do you love cake design? Then take a look at my cake design and how to start a cake decorating business posts.

The things that can be made with this marshmallow modeling play dough are really a lot, plus the dough gives off a very delicate smell of sugar, it will be a real pleasure for the tact and the sense of smell of our children! Something tells me that the munchkins will go crazy ^ – ^.

I wish you lots of fun and let me know how it goes. And do not forget to show me the pictures of the wonderful creations that your little artists made. See you in the comments below 😉

see you next time,

Arianna

SLIME RECIPE NON TOXIC DIY: SAFE FOR KIDS

Italian version

Hello to you all dearest moms, today’s topic is DIY SLIME recipe non toxic! How would it be? Is slime toxic? It depends. In fact, not all the recipes you find on the web are suitable for manipulation by children, because they may contain harmful and highly allergenic ingredients.

You all know what slime is, don’t you? It is that gelatinous smudge with which our kids love to play and that we adults tend to be a bit disgusted of. Anyway, before starting discovery of the DIY slime recipe non toxic, allow me to go back in time to a memory of my childhood.

It looks like, as adults, we dislike slime. Well, this sound so weird, because I recall to love it when I was a child. The typical slime was called skifiltor back then. I liked to play with all the stickier things on the market.

Like those sticky rubber gadgets inside the potato chips as a present, remember? Not a present at all for my parents, though. How many of them they did scrape from the ceiling, poor ones! Did it happen to you too? I bet yes ^ – ^!

Still, as an adult the slime has another effect on us! However, as a child, why wouldn’t I love skifiltor?

A CURIOUS THING

Well, apparently, that crazy trend, so popular when we were little girls is back in vogue! History repeats itself, LOL. Obviously Leonardo, my munchkin, is a huge fan of it. Figures… The more disgusting, the more ideal for him! It will be that the consistency of this dough is muddy, slimy, gelatinous and it seems just drool, but it does not stick… It is irresistible to our kids, indeed!

Since we’re on the subject, I’ll tell you this. We often go to “Tutti Frutti”, a chain of ice cream parlors here in the United States, where you can garnish the cup of ice cream with candies, sweets, syrups, fruit and so forth! Guess what kind of delicacy does Leo always choose? Gummy worms, Oh-My-God! I get shivery, just to name it, figures thinking about chewing it, EW!

DIY slime recipe non toxic

WHY NOT ALL THE DIY SLIME RECIPES ARE SAFE?

ANSES RESEARCH

Anyway, let’s get back to us and to our DIY slime recipe non toxic. On the internet I found many so recipes to make the slime at home. There are all kinds and shapes and with many ingredients. Unfortunately, however, the most popular DIY slime recipes contain chemicals that are not suitable for children, such as glue, borax (a powder contained in detergents), shaving foam and contact lens fluid.

We are talking about toxic and even carcinogenic elements that should not be absolutely manipulated by children. As a matter of fact the damage these chemical agents can provoke are allergies, problems with the respiratory tract and nervous system and contact dermatitis. I do not say that, of course. The alarm was launched by the National Agency for Health Services Security of France, ANSES, through the newspaper Le Figaro. That’s the reason why I wrote this post about slime recipe non toxic DIY!

Also, pay attention to the slime you find on the market, because they often contain dangerous elements. As mothers, we want safety first of all for our children, because our task, among others, is to protect them and keep them safe, especially from harmful substances.

PLAY WITHOUT RISKS

At the same time we want the little ones to have fun and have the opportunity to play with the most popular object of the moment, like their friends, right? The solution is here and has a double benefit: a non toxic and economic recipe, even edible that will make us look as the most amazing mothers of all: the slime recipe non toxic DIY! Ta-dah ^ – ^

And finally, let’s say it: isn’t more satisfying witnessing the creation of the mythical slime? In fact, to their eyes it’s like a magic. Therefore, magicians-moms, are you ready to exercise your magic powers? So, let’s wear our apron and go to our laboratory: the kitchen.

Since the DIY slime recipe non toxic provides cooking, I recommend not to let the kids be nearby the stove. Dear moms, this is a job for us! During this phase the children are just spectators who watch its preparation. Ready? So, let’s get started.

Ingredients:

  • 30 grams of potato starch

  • 220 ml of water

  • 5 gr of seed oil (equivalent to 1 teaspoon)

  • food coloring

If your intent is to reproduce the authentic slime, I suggest you this lime green gel colouring, or if you need more colors to use even for desserts try the set of 12 gel food colors.

Method:

Pour the water and potato starch into a saucepan, bring it on the stove and mix with a flat whisk over low heat. Continue to stir for a few minutes until the mixture starts to solidify. Let all the water dry and let it cool a little. Then add the oil and a few drops of food coloring and mix again. Magic: your slime is ready. Wait until it cools down before letting your children play!

And here’s the fun video tutorial by Ombretta from “Art for you”, which has prepared a child-friendly and child-proof slime with this recipe. You’ll see, the result will be pretty similar to the skifiltor with which we played in the ’80s, or disgusting just like the noise that makes ^ – ^!

Attention: if the children play for a long time, make them grease their hands with a little oil now and then, because modeling the DIY slime will remove the oil put during preparation. In fact, it is precisely the oil that makes the slime not sticky. Obviously, let them play on a support plane that you can easily clean. Better to have some oil on your hands, which is also a beauty treatment, rather than harmful chemicals. Don’t you think?

Preservation: once your children have finished playing with the slime, you can keep it in an airtight container.

Let the fun begin and let me know how it goes with this slime recipe non toxic. If you want another recipe for a moldable paste, also edible read the post on the marshmallow paste (to be translated in english soon)!

See you soon,

Arianna

 

PASTA DI SALE: RICETTA GREEN PER BAMBINI

English version

Care Hiamamme eccoci nuovamente a parlare di paste modellabili per i nostri bimbi. Sappiamo già quanto sia importante per lo sviluppo della manualità dei nostri bambini l’uso di paste modellabili. Giocando si impara e ci si diverte un sacco! Se volete un  approfondimento sui loro benefici in questo post trovate più informazioni. Oggi voglio parlarvi della pasta di sale.

pasta di sale

Questo tipo di pasta modellabile è totalmente atossica e di facile realizzazione, per non parlare del fatto la ricetta è completamente green. Del resto, come potete notare, tutte le paste modellabili che vi ho presentato hanno queste caratteristiche, perché amiamo i nostri figli e vogliamo che giochino in sicurezza con materiali totalmente adatti a loro. Inoltre, gli ingredienti per realizzare la pasta di sale sono economici e sempre a portata di mano nelle nostre cucine. Quindi, care mamme allacciate il grembiule e andiamo a vedere l’occorrente per poterla realizzare.

Ingredienti:

  • 2 bicchieri di sale fino

  • 4 bicchieri di farina 

  • 2 bicchieri di acqua tiepida

  • 2 cucchiai di olio vegetale

Inoltre potete aggiungere a piacimento del colorante alimentare per colorare la vostra pasta di sale o addirittura qualche goccia di olio essenziale per renderla profumata. Per renderla più golosa, invece, aggiungete della polvere di cacao, ma occhio a non far mangiare la pasta di sale ai vostri piccoli campioni. Perché, nonostante il delizioso odore di cioccolata, il sapore di tutto quel sale non renderà affatto il boccone delizioso a dispetto del suo odore! ^-^

Procedimento:

Mettete il sale e la farina in una terrina e poi aggiungete l’acqua. Se usate un colorante liquido aggiungetelo all’acqua prima di versarla nell’impasto. Impastate a mano o con un robot tipo Bimby fino a che la vostra pasta di sale risulti morbida e compatta. Il robot da cucina vi sarà di grande aiuto per ottenere un composto più omogeneo.

Attenzione: se l’impasto si attacca alle dita aggiungete un po’ di farina; se, invece, risulta troppo friabile aggiungete dell’acqua.

Conservazione: se non usate la pasta di sale subito dopo averla preparata potete avvolgerla nella pellicola trasparente e riporla in frigorifero. Dopo l’uso avvolgetela in un canovaccio e mettetela in un sacchetto antigelo. In entrambi i casi potrete conservarla al massimo per una settimana.

Ecco un video tutorial che vi spiega come realizzare la pasta di sale passo passo:

PREPARARE LA PASTA DI SALE CON IL BIMBY

Se utilizzate il Bimby avrete bisogno di dosi leggermente differenti e qualche consiglio in più sul procedimento da seguire. Bene, andiamo a scoprirli tutti!

Ingredienti:

  • 350 gr di farina 

  • 200 ml di acqua

  • 350 gr di sale fino

Procedimento:

Per prima cosa versate il sale nel robot da cucina e macinatelo usando la velocità 8 per circa 20 secondi. In questo modo otterrete un sale finissimo, quasi una polvere. Aggiungete acqua, farina e colorante. Continuate ad impastare per circa 2 minuti con la funzione spiga e il gioco è fatto! La vostra pasta di sale morbidissima e super malleabile è pronta all’uso.

COME FAR ASCIUGARE LA PASTA DI SALE

La cosa bella della pasta di sale è che potete anche cuocerla. Dopo che i vostri bimbi hanno realizzato la loro creazione, lasciatela riposare in un ambiente asciutto dalle 12 alle 48 ore. Poi infornate tra i 75°C e 110°C (a seconda delle dimensioni dell’oggetto) per circa 2 ore. Oppure lasciatela asciugare all’aria aperta o sul termosifone. In questo caso i tempi si allungano e la vostra pasta di sale sarà completamente asciutta dopo circa 3 giorni.

COLORARE LA PASTA DI SALE ASCIUTTA

Se non avete colorato la pasta di sale in fase di preparazione, i bambini possono dipingerla con degli acquerelli o dei colori a tempera, una volta che si sarà asciugata.

In questo modo conserveranno l’oggettino da loro creato, che diventerà un bel ricordo del tempo trascorso con la loro mamma o con gli amichetti! Per conservare più a lungo l’oggetto in pasta di sale é possibile passarci una mano di vernice fissativa trasparente e brillante adatta ai bambini, che preserverà la creazione dalla formazione delle farfalline della farina.

Bene, siamo arrivate alla fine di quest’altra avventura alla scoperta del fantastico mondo delle paste modellabili fai da te, completamente naturali, atossiche e green.

Vi aspetto al prossimo post.

Un abbraccio,

Arianna

SLIME FAI DA TE: LA RICETTA ATOSSICA

English version

Ciao a tutte care mamme, l’argomento di oggi è lo SLIME FAI DA TE: la ricetta atossica! Come sarebbe? Lo slime è tossico? Dipende. Infatti, non tutte le ricette che trovate sul web sono indicate per la manipolazione da parte dei bambini, perché contengono ingredienti nocivi e fortemente allergizzanti.

Sapete tutte che cos’è lo slime, vero? È quella melma gelatinosa con cui adorano giocare i nostri pargoletti e che a noi adulti fa tendenzialmente un po’ schifo. Prima di dare il via alla scoperta dello slime fai da te atossico mi lascio andare ad un ricordo della mia infanzia.

A proposito del fatto che a noi adulti fa senso lo slime. Questo fatto è strano, perché ricordo che quando ero piccola amavo lo slime, allora chiamato skifiltor, e mi piaceva giocare con tutte le cose più appiccicose in commercio. Tipo quei gadget gommosi che si trovavano dentro le confezioni di patatine, ricordate? Quanti ne hanno dovuti scrostare dal soffitto i miei genitori, poveri loro! È capitato anche a voi? Scommetto di si ^-^! Tuttavia, da adulti lo slime ha un altro effetto su di noi! 😀

Bè, a quanto pare, la pazza moda tanto in voga quando eravamo bambine è tornata in auge! Corsi e ricorsi storici, LOL. Ovviamente Leonardo, il mio cucciolo, fa parte della schiera di estimatori dello slime. Figurarsi… Più schifo fa, più fa per lui! Sarà che la consistenza di questa pasta è melmosa, viscida, gelatinosa e sembra proprio bava, ma non si appiccica… Fatto sta che è irresistibile per i nostri cuccioli!

Già che siamo in tema vi racconto questa. C’è una catena di gelaterie qui negli Stati Uniti, che si chiama “Tutti Frutti”, dove puoi guarnire la coppa di gelato con caramelle, dolcetti, sciroppi, frutta e chi più ne ha più ne metta! Indovinate un po’ quale delizia sceglie sempre Leo? I vermi gommosi, Oh-Mio-Dio! Soltanto a pronunciarne il nome mi vengono i brividi, figuriamoci a pensare di metterli in bocca e masticarli, BLEAH!

Slime fai da te

PERCHÉ NON TUTTE LE RICETTE DELLO SLIME FAI DA TE SONO SICURE?

LA RICERCA DELL’ANSES

Comunque, torniamo a noi e allo slime fai da te. In rete ho trovato tante ricette per ricreare lo slime a casa. Ce ne sono di tutti i tipi e di tutte le fogge e con tanti ingredienti diversi. Purtroppo, però, le ricette dello slime fai da te più popolari contengono sostanze chimiche non adatte ai bambini, come la colla, il borace (una polvere contenuta nei detersivi), la schiuma da barba ed il liquido per le lenti a contatto.

Stiamo parlando di elementi tossici e addirittura cancerogeni che non vanno assolutamente manipolati dai più piccoli. I danni che possono provocare contemplano allergie, problemi alle vie respiratorie e al sistema nervoso e dermatiti da contatto. Questo non lo dico io, naturalmente. A lanciare l’allarme è stata l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza dei Servizi Sanitaria della Francia, ANSES, tramite il quotidiano Le Figaro.

Prestate attenzione anche agli slime che trovate in commercio, perché spesso contengono elementi pericolosi. Come mamme vogliamo la sicurezza prima di tutto per i nostri figli, perché il nostro compito, tra gli altri, è quello di proteggerli e tenerli al sicuro, soprattutto da sostanze nocive.

GIOCARE SENZA RISCHI

Allo stesso tempo vogliamo che i piccoli si divertano e che abbiano la possibilità di giocare con l’oggetto più richiesto del momento, come i loro amichetti, giusto? La soluzione c’è ed ha un duplice beneficio: una ricetta atossica ed economica, addirittura edibile (ovvero commestibile) che ci trasformerà nelle mamme più strepitose di tutte! Tadà ^-^

E poi, diciamolo, volete mettere la soddisfazione di assistere alla creazione del mitico slime? Agli occhi dei nostri bimbi sarà una magia. Or dunque mamme-maghe, siete pronte ad esercitare i vostri poteri magici? Indossiamo il grembiule e andiamo nel nostro laboratorio: la cucina.

Lo slime fai da te prevede la cottura ai fornelli, quindi, care mamme, questo è compito nostro. I bambini in questa fase sono solo spettatori che assistono alla sua preparazione. Pronte? Allora via, cominciamo.

Ingredienti:

  • 30 gr di fecola di patate

  • 220 ml di acqua

  • 5 gr di olio di semi (che equivalgono ad 1 cucchiaino)

  • colorante alimentare

Se il vostro intento è quello di riprodurre proprio lo slime autentico vi suggerisco questo colorante verde lime, senza glutine, oppure se avete bisogno di più colori da usare anche per preparazioni di dolci provate il set di 6 colori arcobaleno (rosso, arancio, giallo, verde, blu e viola).

Procedimento:

Versate l’acqua e la fecola di patate in un pentolino, portatelo sul fornello e mescolate con una frusta piatta a fiamma bassa. Continuate a rimestare per qualche minuto finché il composto inizierà a solidificarsi. Fate asciugare tutta l’acqua e lasciatelo raffreddare un pochino. Dopodiché aggiungete l’olio e qualche goccia di colorante alimentare e mescolate ancora. Magia: il vostro slime è pronto. Aspettate che si raffreddi prima di farci giocare i vostri bambini!

Ed ecco il divertentissimo video-tutorial di Ombretta di “Arte per te”, che ha preparato uno slime fai da te a prova di bimbo con questa ricetta. Vedrete che il risultato sarà simile allo skifiltor con cui giocavamo noi negli anni ’80, ovvero schifoso proprio come il rumore che fa ^-^!

Attenzione: se i bimbi ci giocano a lungo fate loro ungere le mani con un po’ di olio ogni tanto, perché modellando lo slime fai da te vanno a togliere l’olio messo durante la preparazione. Infatti, è proprio l’olio che fa si che lo slime non si appiccichi. Ovviamente, fateli giocare su un piano che si può facilmente pulire. Meglio avere un po’ di olio sulle mani, che è anche un trattamento di bellezza, piuttosto che sostanze chimiche dannose. Non credete?

Conservazione: una volta che i vostri bimbi avranno terminato di giocare con lo slime, lo potete conservare in un contenitore ermetico.

Guardate che fantastici contenitori per slime ho trovato per voi… Quelli a cuore sono davvero deliziosi! Potreste dipingerci sopra delle faccine ^-^!

Date il via al divertimento e fatemi sapere come è andata con questa ricetta. Se volete un’altra ricetta per una pasta modellabile, anche essa edibile leggete il post sulla pasta ai marshmellow!

A presto,

Arianna

PLASTILINA FAI DA TE MORBIDA COME DIDÒ

English version

Plastilina fai da te

Quanto amano il didò i nostri cuccioli? Da impazzire! E quanto ne consumano. Se vi dicessi che potete fare il didò, ovvero la plastilina fai da te, nel comfort della vostra cucina con ingredienti naturali e atossici provereste la ricetta?

Io sono qui apposta per questo care mamme. Oggi vi presento questa ricetta della plastilina fai da te naturale ed economica con cui potrete fare una pasta modellabile che dura anche un mese. Qui trovate le altre ricette di paste modellabili fai da te, e un approfondimento sull’importanza della manipolazione per i nostri bambini.

In più, noterete che questa plastilina fai da te in particolare ha una consistenza meravigliosa: morbida al tatto e molto malleabile. Senza tralasciare il fatto che è atossica, non appiccica e non sporca.

Inoltre, dato che gli ingredienti sono tutti naturali, non c’è pericolo se i vostri piccolini preparano una pizza e spinti dalla curiosità ne assaggiano un pezzettino. Questa plastilina fai da te è completamente commestibile, ma non certo edibile per via del sale.

In tutti i casi meglio dare un morso a questa plastilina fai da te che mangiarsi una palettata di sabbia come faceva il mio Leonardo a 1 anno e 1/2 sulla spiaggia! ^-^ Anche i vostri bimbi hanno mangiato sabbia in quantità industriale da piccoli?

Plastilina fai da te

Se siete pronte preparate questi ingredienti e allacciate il grembiule!

Ingredienti:

  • 1 bicchiere di farina

  • 1/2 bicchiere di sale fino

  • 1 cucchiaino di cremor tartaro

  • un cucchiaino di olio di semi

  • 1 bicchiere di acqua calda

  • colorante alimentare

Potete, inoltre, aggiungere qualche goccia di olio essenziale o aromi naturali (come la vanillina) per profumare la vostra plastilina fai da te.

In alternativa al cremor tartaro potete usare del lievito in polvere, del bicarbonato, della fecola di patate o 1 cucchiaino e 1/2 di succo di limone.

Se volete raddoppiate le dosi e preparate dei panetti di plastilina fai da te. Aggiungete poi ad ogni panetto il colore desiderato per avere un set pronto per giocare!

Procedimento:

Versate tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolate fino ad amalgamare il tutto. Non appena il composto si compatta e si stacca dalle pareti lavoratelo con le mani per eliminare tutti i grumi. Et voilà, la plastilina fai da te è pronta per i vostri bimbi!

Attenzione: fate attenzione alla quantità di acqua che versate, se ne mettete troppa la plastilina fai da te potrebbe risultare appiccicosa.

Conservazione: una volta usata potete riporre la plastilina fai da te in un contenitore ermetico e non ci sarà bisogno neanche di metterlo in frigorifero, perché si conserverà benissimo.

Qui potete trovare tutti gli strumenti con i quali i bambini possono lavorare la pasta modellabile come formine, estrusori, matterelli e tanto altro!

plastilina fai da te
Estrusori per plastilina
Plastilina fai da te
Attrezzatura per creare con la plastilina
Plastilina fai da te
Utensili, formine ed estrusori

Vi lascio a questo breve video che vi spiegherà passo passo come realizzare la plastilina fai da te.

Se vi siete divertite a preparare la plastilina fai da te vi invito a dare un’occhiata anche ai post su come realizzare la pasta ai marshmallow utile anche per la decorazione di torte e lo slime atossico e naturale ^-^!

Alla prossima,

Arianna

PASTA MODELLABILE AI MARSHMALLOW

English version

Che bontà, solo il nome mi mette l’acquolina in bocca, a voi no? ^-^ Questa pasta modellabile è molto simile alla pasta di zucchero come consistenza. È semplice da realizzare ed è pronta in pochi minuti.

Marshmallow
Marshmallow mania

VANTAGGI DELLA PASTA MODELLABILE AI MARSHMALLOW

Ma non è finita qui! Tra gli altri vantaggi di questa pasta modellabile ai marshmallow c’è da includere il fatto che è commestibile, quindi ci possono giocare i bimbi di tutte le età.

Se per caso, spinti dalla curiosità, decidessero di assaggiarla non correrebbero alcun rischio. Bè, magari voi sì, mamme… sapete che troppo zucchero eccita i nostri piccolini, vero? Ragion per cui usate moderazione ^-^

Inoltre, se proprio muoiono dalla voglia di mangiare la loro deliziosa pasta modellabile ai marshmallow, potete sempre decorarci una torta. Non è una bella idea? Preparare una torta con la mamma è sempre una piacevole attività, quasi quanto gustarsela con tutta la famiglia!

Idea! Perché non decorarci la torta per il loro compleanno? Pensate che gioia quando i vostri frugoletti, prima di spegnere le candeline sulla torta, esclameranno con orgoglio davanti a tutti i loro amici: “L’ho fatta io!”.

Ho raccolto per voi qualche immagine di torte decorate per ispirarvi. Quella dei pinguini è adatta a Leo che compie gli anni la vigilia di Natale ^-^! Come vedete le forme sono davvero semplici da realizzare per i bambini:

Torta pasta modellabile ai marshmallow
Decorazione “Angry Birds”
Decorazione natalizia in pasta modellabile ai marshmallow
Decorazione natalizia

PREPARIAMO LA PASTA MODELLABILE AI MARSHMALLOW

A questo punto allacciate il grembiule ed andate nel vostro laboratorio: la cucina! Vi serviranno solo due ingredienti e un po’ d’acqua per realizzare la pasta modellabile ai marshmallow.

Ingredienti:

  • 150 gr. di marshmallow

  • 330 gr. di zucchero a velo

  • 2 cucchiai di acqua

* Se volete che la vostra pasta sfoggi un colore sgargiante aggiungete del colorante alimentare oppure, per un colore più tenue, pastello, usate dei marshmallow già colorati.

Procedimento:

Versate i marshmallow in una ciotola di vetro e metteteli nel forno a microonde a temperatura alta per circa un minuto a finché si saranno sciolti. Fate attenzione a non cuocerli, mi raccomando! Poi, aggiungete lo zucchero a velo ed iniziate a mescolare con un cucchiaio unto di burro fino ad ottenere la vostra deliziosa pasta modellabile.

Quando inizierete a lavorare la pasta con le mani ungetele con un po’ di burro… lo zucchero caldo è molto appiccicoso ;). La pasta sarà pronta quando non sarà più filamentosa ed avrà la consistenza di  un panetto. A quel punto aggiungete il colorante e impastate ancora fino a rendere il composto omogeneo.

Attenzione: i marshmallow appena usciti dal microonde sono belli caldi, se vi viene la voglia golosa di assaggiarli non infilateci il dito dentro, usate un cucchiaino e soffiateci sopra prima di assaporarli! Buon appetito ^-^.

Conservazione: potete conservare questa ghiotta pasta avvolta nella pellicola trasparente e riporla in un logo fresco e asciutto per circa un mese… se riuscite a non mangiarla tutta prima ^-^!

Qualsiasi sarà l’oggettino creato dai vostri bimbi potrete farlo seccare all’aria, in questo modo durerà per mesi. Ecco un’altra un’idea molto carina: i bimbi possono realizzare dei segnaposto o delle decorazioni per l’albero di Natale oppure per Pasqua. Potranno regalarle ai nonni, agli zii e ai cuginetti!

VIA LIBERA ALLA CREATIVITÀ

Se siete delle mamme molto creative e che amano il cake design, vi segnalo questo kit di strumenti per decorare le vostre delizie assieme ai vostri frugoletti.

Amate il cake design? Allora date uno sguardo ai miei post sul cake design e come iniziare un business come decoratrice di torte.

Le cose che si possono realizzare con questa pasta modellabile ai marshmallow sono davvero tante, in più la pasta emana un delicatissimo odore di zucchero, sarà un vero piacere per il tatto e per l’olfatto dei nostri bambini! Qualcosa mi dice che i cuccioli ne andranno matti ^-^.

Se vi siete divertite a preparare la pasta modellabile ai marshmallow qui trovate altre 6 ricette di paste modellabili fai da te facili per voi da preparare e sicure per i vostri bambini.

Vi auguro buon divertimento e fatemi sapere come è andata. E non dimenticatevi di mostrarmi le foto delle meravigliose creazioni che hanno realizzato i vostri piccoli artisti. Ci sentiamo nei commenti qua sotto 😉

Vi abbraccio,

alla prossima,

Arianna

AMERICAN FEDERAL HOLIDAYS

Versione italiana

You know what? Once in the US, I obviously thought we could take the chance to visit most part of America so that we made plans to see many places, mostly during the American federal holidays.

First of all we planned to go to the National Parks, California from San Francisco to San Diego, Great Lakes of North America and Niagara Falls. But so far we’ve been to New York City, Washington DC, Charleston (SC), Miami Beach and Atlanta. As you’ll see, American federal holidays are largely set on Monday or Friday, certainly to have long weekends. Very smart and as it seems like it makes sense! Not by chance we set our small family trips primarily during the major holidays.

Obviously, some American federal holidays are on specific days such as Christmas, New Year’s Eve, the 4th of July and Veterans Day. But let’s see which American federal holidays are and their meaning.

LABOUR DAY

First of all, let’s start with the Labour Day, the first among the American federal holidays we find according to the work calendar. It is always celebrated on the first Monday of September, that marks the unofficial conclusion of the Summer.

It definitely celebrates the American Worker Movement and all the people that worked to obtain laws about the 8 hours working day and, as a matter of fact, contributed to the growth of the country.

Seems like they chose the first Monday of September because of the warm weather and also because it’s halfway between the celebrations of the 4th of July and Thanksgiving Day.

That’s the schedule of the celebration: in the morning they usually set a parade to show the solidarity and the strength of the organized work. Later on it comes the picnic time in which the unions raise funds with the sale of tickets.

Labour Day VS May Day

Do you know why Americans do not celebrate the Labour Day on May 1st as in the rest of Europe? There is a very specific reason why, among American federal holidays, this is not celebrated on the same day.

In 1885 the American Federation of Labor meets to elaborate the proposal to shorten the working day to 8 hours. Finally it proposes a day for the entry into force of the resolution set for May 1st, 1886.

May 1st is inspired by an ancient European folk festival known as May Day, which afterwards became the International Workers’ Day.

That’s the reason why they thought about May 1st as an alternative to the celebration of the working day. During the negotiations, they allowed the right to a coordinated strike action for the approval of the request. So, at the end, the strike was scheduled for May 1st.

On May 4th, 1886, at Haymarket Square, Chicago, a peaceful demonstration takes place in support of workers on strike for the right to a short working day and as a reaction to the killing of some workers by the police the day before.

American federal holidays: Labour Day
Revolt scene at Haymarket Square, Chicago

Unfortunately, this demonstration ends in tragedy: a stranger throws a bomb at the police, killing a policeman as a consequence. In the chaos, many civilians and policemen die because of friendly fire.

In the debate to establish the date on which to celebrate the Labor Day, May 1st assumed, therefore, a negative connotation, due to its proximity to the “Haymarket Massacre”. Of course they did not want May 1st to become the commemoration of the “Haymarket Affair”.

Thus, in 1894, the United States officially adopted the September date as one of the American federal holidays to celebrate Labour Day.

COLUMBUS DAY

American federal holidays: Columbus Day
One of the caravels on which Columbus sailed – model

Between the American federal holidays, Columbus Day commemorates the anniversary of the discovery of America, when Christopher Columbus, navigator and explorer from the Republic of Genoa, landed in the New World on October 12th, 1492. It is celebrated in many Americans’ countries.

In the United States, Columbus Day falls on the second Monday of October.

That’s how it’s called in other Countries:

  • Costa Rica: Día de las Culturas
  • Bahamas: Discovery Day
  • Venezuela and Nicaragua: Día de la Resistenza Indígena 
  • Belize and Uruguay: Día de las Americas
  • Ecuador: Día de la Interculturalidad
  • Bolivia: Día de la Liberación, de la Identidad y de la Interculturalidad
  • Cile: Día del Encuentro de Dos Mundos
  • Argentina: Día del Respeto a la Diversidad Cultural
  • Honduras, Mexico: Día de la Raza (in Mexico it becomes Día de la Raza Iberoamericana)
  • Perù: Día de los Pueblos Originarios y del Diálogo Intercultural
  • Dominican Republic: Día de la Identidad y Diversidad Cultural or Día del Encuentro entre dos Culturas,
  • El Salvador, Spain: Día de la Hispanidad (in Spain it overlaps with the Holy celebration of Virgen del Pilar)
  • Italy: Giornata Nazionale di Cristoforo Colombo

The name Día de la Raza is not accepted by all South American countries, because “Raza” means only the Spanish race excluding, consequently, the natives, the Afro-Carribean and the mongrels. In fact, this celebration was aimed at celebrating Hispanic influence in Latin America.

As can be seen from the various names attributed by the Latin countries, this day is celebrated by indigenous activists from all over South America as a counterpart to the Columbus Day of North America, or as a celebration of native races and cultures and their resistance to the arrival of Europeans in the Americas.

VETERANS DAY

American federal holidays: Veterans Day
Fort George Wright Veterans Cemetery

Among the American federal holidays we find Veterans Day, that is celebrated every year on November 11th, it is a fixed date. It honors the military veterans who served the United States in the armed forces during the World War I.

Formally World War I ended on the 11th day of the 11th month at 11 o’clock in the year 1918, when the armistice with Germany became effective.

Initially the Americans celebrated the Armistice Day, which in 1954 was renamed Veterans Day.

THANKSGIVING DAY

Thanksgiving is celebrated on the fourth Thursday of November, and it’s clearly one of the most important American federal holidays. At first, it was conceived just as a day to give thanks for the blessing of the harvest received during the past year, yet it also took on another meaning.

But let’s take a look at the story behind this holiday, because it shows controversial implications, likewise Columbus Day.

On September 6, 1620, the Pilgrim Fathers (102 pioneers among men, women, and children) sailed from Plymouth, England, aboard the Mayflower. They were persecuted for having adhered to a strictly Calvinist Christianity, therefore they decided to leave.

American federal holidays: Thanksgiving Day
“Mayflower e porzh-mor Aberplymm” gant William Halsall, 1882

A FEW WORDS ABOUT CALVINISM

Calvinism, unlike Catholicism, supports the exclusively spiritual presence of Christ in the Eucharist and the regulating principle of worship.

The regulating principle of worship maintains that the worship that man addresses to God must follow only and exclusively what God himself prescribes in the Holy Scriptures. As a result, that’s what came out:

  • What does not command the Holy Scriptures is forbidden.
  • What is not prohibited by the Holy Scriptures is granted.

THE PILGRIM FATHERS AND THE NATIVES

As the Pilgrim Fathers landed on the shores of Massachusetts, winter was coming. The long journey was not an easy one, hence, many of them did not survive.

They planned to grow the same vegetables they used to eat back in England, therefore they brought with them those seeds to start new crops. Unfortunately, they found an inhospitable and wild territory, that happened to be inhabited by the Native Americans. As a consequence of the harsh climate, the harvest was not enough to feed the whole community and many of them, eventually, did not survive the winter.

Finally, the Native Americans came to their rescue, teaching to the Pilgrim Fathers what animals to breed (turkeys) and what products to grow (maize). In this way the new colony was able to survive and prosper, all thanks to the Native Americans, indeed.

American federal holidays: Thanksgiving Day
Products of the earth typical of America

Moreover, to give thanks to God for the abundance of the first harvest, the settlers made a feast to which they invited even the Native Americans, who actually had helped them.

Nevertheless, in June 1676, an official proclamation of Massachusetts called a day of celebration to thank God for the prosperity enjoyed by the community and to celebrate the victory against the pagan natives.

Precisely those same pagan natives who had made all this possible.

MEMORIAL DAY

Here is another celebration with a definitely patriotic character among the American federal holidays: Memorial Day or Decoration Day, that commemorates, indeed, all the people who died by serving America in the armed forces. It is celebrated on the last Monday of May and it sure marks the unofficial beginning of the summer holidays.

You must know that in the United States schools end in late May and start again at the end of August. Or at least so it happens here in North Carolina. Consequently, the school period slides a month behind Italy.

Many people go to the cemeteries to pay homage to their loved ones who have died in the war and some volunteers place an American flag on the graves of the military.

However, the practice of decorating the tombs with flowers and flag is an ancient custom that dates back to the period of the Civil War (fought between 1861 and 1865), also known as the American Civil War for the abolition of slavery.

American federal holidays: Memorial Day
William Tecumseh Sherman, General of the American Armed Forces during the Civil War

INDEPENDENCE DAY OR 4th OF JULY

Fianlly, here is the most patriotic of American federal holidays: Independence Day celebrates the adoption of the Declaration of Independence dated July 4th, 1776. With this act the 13 American colonies separated definitively from the government of Great Britain.

American federal holidays: Independence Day or 4th of July
Declaration of Independence

A BIT OF HISTORY

Actually, the detachment of the colonies took place on July 2nd, 1776. In fact, on that day the Congress voted for independence, therefore, the Declaration of Independence was drafted, mainly by Thomas Jefferson. On July 4th the document was finally approved.

The 4th of July festivities include parades during the morning, picnics and barbecues, baseball games, political speeches and fireworks in the evening.

CONCLUSIONS

Thanks to this post I have actually documented on American federal holidays and traditions to be able to tell you ^ _ ^

I’m glad I did, because I think it’s important to know the traditions of other countries, especially if it’s the country where you moved with your family. Each country has its own culture dictated by the history that has lived and has accordingly marked its path to date.

Anyhow, knowing other cultures opens our mind and allows us to understand a different people from our own; above all this is a process of personal enrichment and growth.

Do remember that diversity is a wealth that, therefore, must be embraced and accepted as such.

See you soon,

Arianna

MIO FIGLIO: UN BAMBINO EXPAT

Da subito abbiamo riconosciuto nel trasferimento in America una grande opportunità, soprattutto per Leonardo. In particolare per l’inglese. Crescere come bilingue gli sarà di grande utilità in futuro.

Come genitori eravamo preoccupati per l’impatto che questo radicale cambiamento avrebbe potuto avere su un bimbo di 3 anni e mezzo.

Tutti ci hanno sempre rassicurato sul fatto che i bambini sono sorprendenti per la loro incredibile capacità di adattamento. Tuttavia, la preoccupazione c’era ugualmente.

Questa foto è stata scattata dalla fotografa Pamela Lippolis quando Leonardo aveva due mesi… In tempi non sospetti aveva già a che fare con la valigia ^_^!

Leonardo in uno scatto della fotografa Pamela Lippolis

Leonardo è sempre stato un bimbo socievole e per la sua età era molto avanti con il linguaggio.

Dal canto nostro siamo sempre stati molto attenti nel parlare correttamente e lentamente affinché Leo percepisse il movimento labiale, a scandire bene le parole, ad usare sinonimi per arricchire il suo vocabolario.

A scuola: passiamo il filo tra i buchini

Leonardo ha sviluppato una grande proprietà di linguaggio e si esprime soprattutto a parole. Quindi, comprenderete la nostra preoccupazione nel portarlo in un paese di cui non conosceva affatto la lingua.

I primi giorni di scuola sono stati molto duri per lui. Tornava a casa dicendo che non ci voleva più andare perché non riusciva a capire quello che la maestra e i compagni gli dicevano. Si sentiva escluso e frustrato perché nessuno lo capiva.

La maestra era molto tranquilla in merito alla situazione. Ci era già passata con altri bambini e, consapevole delle risorse di cui dispongono i piccoli, era sicura che anche per Leo lo scoglio della lingua sarebbe stato superato in breve tempo.

Infatti, nel giro di due mesi, Leo ha cominciato a parlare e a capire l’inglese e da lì in poi è andata sempre meglio!

A scuola: i numeri!

Ha cominciato anche a sognare in inglese… lo sentivamo parlare nel sonno! È un chiacchierone pure quando dorme ^_^!

Adesso ci corregge la pronuncia perfino! Ovviamente, col tempo parlerà ancora meglio di noi e senza quell’inflessione italiana che caratterizza i suoi genitori!

L’altro giorno eravamo lui ed io al Target, una catena di supermercati, e cercavamo il reparto “party favors”, quello per acquistare i gadget da festa.

Ho chiesto ad una commessa di indicarmi il reparto, ma non riusciva a capirmi. Alla fine mi sono fatta capire in altro modo e finalmente lo abbiamo trovato.

Allora, ho pensato ad alta voce:

⁃ “Ma perché la commessa non mi ha capita. Che cosa ho detto?”

E Leo mi fa:

⁃ “Mamma, le hai chiesto dove erano i ‘party flavors’ non i ‘party favors’!

Insomma, avevo chiesto del reparto “gusti della festa”! LOL 😀

Questo per sottolineare quanto i bambini siano più pronti degli adulti ad apprendere una nuova lingua!

Inoltre, abbiamo avuto la fortuna che un collega italiano di Cristian con due figli, di cui il più grande ha la stessa età di Leo, si sia trasferito ad Hickory un anno e mezzo fa.

Almeno così i bambini non perderanno la pratica con la lingua italiana. E vi dirò di più! Essendo questo bimbo di Parma, Leo ha persino abbandonato la famosa “c” strascicata del romano sentendo parlare lui!

In casa parliamo in italiano. Abbiamo provato a parlare in inglese, ma Leo non ne vuole sapere:

“A casa e tra italiani si parla italiano, mamma!”

Se il fattore lingua era stato un ostacolo momentaneo, la nostalgia era ed è tuttora un’emozione con cui convivere.

Leonardo è molto attaccato alla sua casa italiana, ai nonni, al cuginetto e agli amichetti.

Il bagaglio emozionale costruito nei primi anni di vita è radicato e profondamente vivo in lui.

Qualche mese fa, quando lo mettevamo a letto la sera, piangeva sconsolato perché gli mancava l’Italia.

Il suo pianto era così consapevole e struggente che rimanevo disarmata. Mi piangeva il cuore a vederlo così, ma non potevo farmi vedere in lacrime da lui (me le sono asciugate di nascosto!)

Dovevo essere la sua forza e dargli quelle risposte rassicuranti che ci si aspettano dai genitori.

Eh! Facile a dirsi. Lì per lì mi è preso un attimo di panico genitoriale. Ero del tutto impreparata.

Come potevo essere all’altezza della situazione? Consolare mio figlio con parole credibili? Alla fine, quello che conta è stare loro vicino ed ascoltarli.

Abbiamo cominciato a riflettere sul fatto che la vita in America gli ha regalato tanti altri amichetti speciali.

Quindi, abbiamo “scoperto” che questa esperienza lo ha arricchito di altre persone cui è legato ed è contento di aver conosciuto.

La parte riguardo ai nuovi amichetti americani ha funzionato, tuttavia

“Con la nostalgia degli affetti italiani bisogna conviverci… Tutti!”

Aurora e Leonardo

Tuttora cerchiamo di alleviare la lontananza videochiamando spesso i nonni e gli amichetti italiani.

Una volta Leo ha trascorso un pomeriggio intero con la sua prediletta Aurora grazie a whatsapp.

Hanno giocato a distanza… Sono capaci anche di questo! Sono davvero sorprendenti e pieni di risorse, non credete anche voi?

A voi come è andata con i vostri figli dopo il trasferimento? Come avete affrontato le crisi dovute al cambiamento, dalla lingua alla nuova casa?

Scrivetemi della vostra esperienza, sarò lieta di raccogliere tutte le vostre testimonianze e pubblicarle.

Sarebbe un bel modo per confrontarsi ed essere di ispirazione e sostegno per altri genitori che si apprestano a vivere una situazione del genere o che la stanno vivendo.

Grazie per aver letto questo post, lasciate pure un commento, anche per dire ciao 🙂

Alla prossima,

Arianna